Faq

Abbiamo le risposte che stai cercando.
Contattaci per maggiori informazioni.

  • Quali sono i “vantaggi” per una organizzazione ad essere certificati ISO 9001?

    • Garantire con regolarità che i prodotti e servizi forniti riescano a soddisfare i requisiti espressi dal cliente e quelli cogenti applicabili;
    • Agevolare le conoscenze per incrementare la soddisfazione dei clienti;
    • Gestire i rischi e le opportunità legati al contesto ed agli obiettivi dell’organizzazione;
    • Dimostrare la conformità del sistema di gestione alla norma di riferimento.
  • Quali sono i “vantaggi” per una organizzazione ad essere certificati ISO 14001?

    Un Sistema di Gestione ambientale permette ad un’organizzazione di tenere sotto controllo gli impatti sull’ambiente delle proprie attività, prodotti e servizi, coerentemente con la propria politica e i propri obiettivi ambientali così che possa essere in grado di contribuire alla protezione dell’ambiente e alla prevenzione dell’inquinamento in modo coerente con le necessità del contesto socio-economico, culturale, politico ecc. Inoltre la certificazione garantisce sconti sulle Fidejussioni da rilasciare in caso di autorizzazioni.

  • Quali sono le strutture a rischio di contagio da Legionella?

    Tra le realtà maggiormente interessate troviamo le strutture turistico-ricettive e termali, ad esempio: alberghi, ospedali, case di riposo, hotel, pensioni, agriturismi, piscine, palestre, stabilimenti termali, spa e wellness. Tuttavia, le strutture considerate a rischio sono tutte quelle nelle quali risultano presenti impianti di accumulo di acqua calda sanitaria.

  • Cosa comporta la mancata valutazione del rischio Legionella?

    Da un minimo di 3.000 fino ad un massimo di 15.000 Euro di ammenda al datore di Lavoro e pene detentive fino a otto mesi. Negli ultimi mesi, alcuni albergatori sono stati denunciati dai NAS dei carabinieri per OMICIDIO COLPOSO.

  • Chi deve iscriversi alla Categoria 2/bis - Trasporto dei propri rifiuti (produttori iniziali)?

    L'iscrizione all'attività di trasporto dei rifiuti autoprodotti è inquadrato dal nuovo Regolamento dell'Albo Gestori Ambientali all'articolo 8, comma 1b del D.M. n.120/2014.
Devono iscriversi nella Categoria 2/bis dell'Albo Gestori Ambientali i seguenti soggetti:

    • produttori iniziali di rifiuti non pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti;
    • produttori iniziali di rifiuti pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto di trenta chilogrammi o trenta litri al giorno dei propri rifiuti.

    Per "produttore iniziale" si intende l'impresa/ente la cui attività ha prodotto il rifiuto, escludendo i cosiddetti "nuovi produttori", cioè i soggetti produttori di rifiuti a seguito di operazioni di pretrattamento, miscelazione o altre operazioni che modificano la natura o la composizione di detti rifiuti. 
È necessario che tali operazioni costituiscano parte integrante ed accessoria dell'organizzazione dell'impresa produttrice dei rifiuti (D.Lgs. n.152/2006, art.183, c.8). Tale trasporto deve quindi costituire una delle attività ordinarie da cui le imprese traggono un reddito o un altro vantaggio economico.

  • E’ obbligatoria l’autorizzazione per emissioni in atmosfera derivanti dal processo di Saldatura?

    Si, L'esercizio di una attività senza autorizzazione alle emissioni in atmosfera configura il reato ex articolo 279, comma 1, Dlgs 152/2006 anche se non si sono superati i limiti di emissione. Le sanzioni per chi inizia effettua lavorazioni in assenza della prescritta autorizzazione ovvero continua l'esercizio con l'autorizzazione scaduta, decaduta, sospesa o revocata è punito con la pena dell'arresto da due mesi a due anni o dell'ammenda da 1.000 euro a 10.000 euro.

  • Sono presenti sanzioni per gli operatori che utilizzano muletti, piattaforme aeree, gru, escavatori, senza idonea formazione?

    Art. 71 c.7 D.Lgs 81/08 e Accordo Rev. Atti 53/CSR del 22/02/12
Le sanzioni sono : arresto da tre a sei mesi o ammenda da 2.740,00 a 7.014,40 euro.

  • La figura del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) è obbligatoria in un’azienda con 1 solo dipendente?

    Si, nel caso di mancanza di tale figura, la sanzione prevede l’arresto da tre a sei mesi o ammenda da 2.740,00 a 7.014,40 euro.

  • Quando è obbligatorio il Manuale HACCP?

    La legge prevede che il Manuale HACCP venga adottato da tutte le aziende del settore alimentare, indipendentemente da grandezza o tipologia: produzione, fabbricazione, preparazione, trasformazione, confezionamento, deposito, trasporto, distribuzione, fornitura, manipolazione, vendita, somministrazione al consumatore.

  • Che cos'è la relazione di impatto acustico? E quando serve?

    La relazione di impatto acustico è un documento che può essere redatto e firmato solo da un Tecnico Competente di Acustica iscritto nell’Elenco nazionale tenuto presso il Ministero dell’Ambiente. Una relazione previsionale di impatto acustico serve a stimare il livello di rumore sulla base di alcuni calcoli, stime e previsioni connesse con le caratteristiche dell’attività, dell’edificio e con il contesto urbano, zona e attività prevalenti nelle vicinanze. Le relazioni di impatto acustico o impatto acustico previsionale possono essere richieste, per esempio, per ristoranti, bar, locali, esercizi pubblici, palestre, nidi, panifici, attività industriali e produttive in fase di SCIA inizio attività o quando avvengono delle variazioni sostanziali.